Utilizzare le criptovalute per promuovere l’inclusione finanziaria

Il ruolo crescente delle criptovalute nell'inclusione finanziaria è una pietra miliare importante nell'economia moderna, soprattutto nelle regioni e nelle comunità in cui l'accesso ai servizi bancari tradizionali è limitato.

Secondo la Banca Mondiale, circa il 31% della popolazione mondiale, ovvero circa 1,7 miliardi di adulti, non ha un conto bancario.

La maggior parte di queste persone vive nei Paesi in via di sviluppo ed è spesso esclusa dai sistemi finanziari tradizionali a causa della povertà, della distanza, dei bassi livelli di istruzione e della discriminazione di genere. È qui che entrano in gioco le criptovalute, che offrono un'opportunità di inclusione finanziaria.

Le criptovalute consentono di effettuare transazioni finanziarie direttamente, senza intermediari.

Gli utenti hanno bisogno solo di uno smartphone e di una connessione a Internet per interagire con le criptovalute, consentendo potenzialmente l'accesso ai servizi bancari nelle zone più isolate del mondo.

Anche il costo delle transazioni finanziarie è spesso inferiore per le criptovalute rispetto alle transazioni bancarie tradizionali.

Ciò è particolarmente importante per i trasferimenti transfrontalieri, dove le commissioni possono spesso raggiungere il 5-10% del valore della transazione. Al contrario, le criptovalute come il Bitcoin consentono agli utenti di inviare denaro quasi istantaneamente e a costi minimi in tutto il mondo.

Infine, ma non meno importante, le criptovalute e la tecnologia blockchain consentono servizi finanziari innovativi come il microcredito, il prestito peer-to-peer e l'assicurazione, rendendo i prodotti finanziari accessibili a coloro che sono respinti dai sistemi tradizionali.

Tuttavia, è importante notare che la promessa di utilizzare le criptovalute per promuovere l'inclusione finanziaria non è ancora stata pienamente realizzata.

Le criptovalute sono ancora relativamente complesse e incomprensibili per la maggior parte delle persone, e la loro volatilità e mancanza di regolamentazione significa che comportano rischi significativi!

Tuttavia, con l'evoluzione della tecnologia e la semplificazione delle interfacce utente, le criptovalute possono svolgere un ruolo crescente nella promozione dell'inclusione finanziaria.